DIzionario Terminologico

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

S
SATINATURA: Dal francese satiner, tipo di lavorazione della lama che le dona un aspetto lucido e levigato, come un tessuto di seta, otenuto per calandratura.
SCRIMSHAW: Tecnica di incisione su tutti i tipi di avorio, ma anche su materiali sintetici, in bianco e nero o a colori. Gli artigiani utilizzano strumenti di varie fogge e misure comunque sempre molto appuntiti. I colori utilizzati sono a inchiostro, a tempera o a olio.
SERRAMANICO (COLTELLO/PUGNALE): Coltello in cui l’impugnatura svolge anche il compito di essere fodero. Definizione che identifica in particolare quei coltelli/pugnali in cui la lama ruota attorno al proprio asse di 180°.
SERRATED: Termine che si riferisce ai denti di sega presenti su una lama.
SILICE (GEL DI): La silice (anidride silicica o biossido di silicio) sotto forma di gel viene impiegata, in casi particolari o a scopo precauzionale, come sostanza igroscopica per l’assorbimento dell’umidità atmosferica. Il gel viene collocato nei cassetti delle coltellerie per proteggere le materie naturali, avori soprattutto, dai danni dell’ambiente umido circostante. La proprietà di igroscopicità è la proprietà di assorbire (come nel caso del gel di silice) il vapore acqueo presente nell’atmosfera.
SKINNER (KNIFE): Termine che si traduce e vale per "coltello da scuoio".
SOLLECITAZIONE: Le sollecitazioni esterne a cui possiamo sottoporre una lama sono la trazione, la flessione, la comprensione e la torsione. Queste sollecitazioni, se estreme, possono sottoporre a dura prova le proprietà plastiche della lama, portandola, a volte, a situazioni di danno irreversibili.
STREET (SURVIVAL kNIFE): Termine che si traduce in "coltello da sopravvivenza urbana" e che include tutta una piccola serie di pugnali facilmente occultabili, leggeri ma all’occasione, se ben utilizzati, particolarmente efficaci, deterrenti e letali. Membri di polizia, guardie del corpo e civili che vivono in zone urbane ad alto rischio utilizzano questi coltelli come arma ausiliaria.
STRUTTURA DEL SERRAMANICO: Nei coltelli a serramanico semplici l’impugnatura può essre costituita da un solo pezzo con una solcatura ventrale per l’alloggio della lama e dalle due guanciole accostate all’arco e supportate dalle piastrelle di supporto.
SERRAMANICO SEMPLICI: Coltelli/pugnali a "ghiera", a "ribattino", a "brocca", a "guida", nei quali la lama ruota di 180° attorno al proprio asse e non hanno sistemi di fermo particolarmente evoluti.
SERRAMANICO COMPLESSI: Coltelli/pugnali a pompa, a "molla interna", a "molla esterna", a "scatto", a "gravità" nei quali la lama ruota di 180° attorno al proprio asse e hanno sistemi di fermo lama più sofisticati ed evoluti dei serraamanico semplici.
SWITCHBLADE (KNIFE): Termine che si traduce in "coltello a serramanico" con sistema di apertura automatica a pressione, per inerzia o gravità.