DIzionario Terminologico

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

T
TAGLIO: Porzione latero-apicale di lama che dall’angolo di taglio si protrae sino al filo (filo escluso), formato dall’incontro dei due piatti di lama apicali e laterali.
TENACITA’: Benchè il concetto di tenacità non sia affatto semplice, e non si possa dare ad esso una definizione precisa, pure non vi dovrebbe ssere dubbio alcuno sul fatto che esso esprime non uno stato unicamente resistente dei materiali ne uno stato solamente duttile, bensi uno stato in cui ad una elevata duttilità si accompagnino anche buona resistenza, eleasticità e resilienza. Un acciaio molto duttile (per esempio acciaio extradolce ricotto) non è molto tenace, e d’altra parte un acciaio duro temprato, quindi con elevatissimo carico di rottura ma con duttilità e resilienza bassissime, è tutt’altro che tenace. Tenacità non è esattamente l’opposto di fragilità; sua misura è il coefficiente di qualità insieme al carico di rottura e alla resilienza.
TITANIO: Metallo leggero, duttile, inossidabile. In lega con il ferro viene utilizzato per la preparazione di acciai speciali. Usato anche in coltelleria.
TRATTAMENTO TERMICO: Combinazione di cicli di riscaldamento e raffreddamento più o meno rapide, per conferire a un metallo o una lega metallica allo stato solido la struttura cristallina più idonea a presentare determinate caratteristiche di durezza, tenacità, lavorabilità.